Il duello dell'assedio di Firenze

In questo articolo riportiamo la cronaca del più importante duello che si è svolto nel 1530 durante l'assedio di Firenze e che ha rappresentato lo scontro tra imperiali e repubblicani.


Bando dell'armi proibite da tenersi in Firenze e dentro alle 8 miglia

Illustrissimo et Eccellentissimo Signore, il Signor Duca di Fiorenza, et per sua Eccellentia Illustrissima Li Spettabili Signori Otto di Guardia, et Balia della Città di Fiorenza.


Le Stinche - Breve storia di un carcere moderno

Durante il medioevo Firenze ha primeggiato in vari ambiti tra i meno conosciuti ci fu quello carcerario. Tra la fine del XIII secolo e gli inizi del XIV secolo Firenze stava attraversando una grossa trasformazione architettonica: nel 1296 fu posta la prima pietra di Santa Maria del Fiore; nel 1299 iniziò la costruzione del Palazzo dei Priori; ma tra questi edifici di primaria importanza, il 7 novembre 1299, il consiglio dei Cento approvò uno stanziamento per la realizzazione del «novus carcer» del comune di Firenze.


Commestio e prandium: l’alimentazione fiorentina nel Rinascimento

Nel Cinquecento la cucina italiana si arricchisce di nuovi sapori e nuove tradizioni, anche grazie alle novità gastronomiche che giungono dal Nuovo Mondo. Ovviamente il tipo di alimentazione riflette il reddito della famiglia: nelle case più ricche si fa strada il concetto di presentazione del piatto, con decorazioni di verdure e frutta che vengono aggiunte solo per bellezza, e non consumate.


Breve storia della bandiera di Firenze

In antichità il giglio di Firenze che campeggiava sulla bandiera della città era bianco su sfondo rosso. Le origini di questo simbolo partono, indicativamente, dall'avvento della repubblica fiorentina intorno al 1115. Nel luglio del 1251, quando gli scontri tra ghibellini e guelfi portarono alla cacciata dei primi, il governo guelfo decise di invertire i colori, adottando quelli che tutt'ora sono simbolo della città. In questo modo riuscirono a non privarsi del glorioso emblema, ma al contempo mostrarono un evidente e decisivo cambiamento nel regime politico.


Il corsaletto funebre di Giovanni delle Bande Nere

“…e fu sepolto con bellissima pompa fatta dal duca in s. Francesco in quella città, tutto armato, nè più nè meno come era di solito di andare a combattere, talmente che a ciascuno che lo vedeva, pareva vivo, avendo l’immagine nel viso e negli occhi, e la stessa terribilità e alterezza che in vita avea…” (G.Rossi di San Secondo, Vita di Giovanni de’ Medici celebre capitano delle Bande Nere)


Acconciature rinascimentali: la ghirlanda

La grande creatività individuale che fiorisce nel Rinascimento coinvolge anche i campi dell'ornamento, del vestire, dell'acconciarsi, con elementi sempre più decorativi ed elaborati.


Ultimi Commenti



News
500° Anni - Le mura in festa
500 anni: Le Mura in festa. 7 e 8 Giugno 2014 Rievocazione Storica e Attività Ludica e Spettacolo Riferimento…